mercoledì 24 dicembre 2008

BABY GAMES



Tirare in terra una torre fatta con le costruzioni per poi ricostruirla...gettare delle palle giù dal letto...ritrovare un oggetto familiare nascosto da un adulto....scoppiare delle bolle di sapone...riempire una cesta per poi svuotarla e riempirla ancora...lasciare liberamente delle tracce colorate sopra un grosso foglio...trasalire ammirando palloncini tondi che volteggiano in aria...tutte queste attività fanno impazzire i bambini della primissima infanzia (fino ai due anni)...il novanta per cento di loro adora fare qt cose...quando mi soffermo ad osservarli, per esempio, capita che scaraventino via dei piccoli oggetti messi incidentalmente accanto a loro, tra i brontoli e gli improperi della mamma....se questo oggetto (cucchiaino, bavaglio, giocattolo...) viene raccolto e posto nuovamente accanto a lui il gioco si ripete...in questo modo prende forma un dialogo ludico con il bimbo, che sicuramente non si farà pregare per gettare nuovamente via l'oggetto..più l'adulto dà valore al gesto del bimbo più lui sarà eccitato nel compierlo e si divertirà....esistono tante semplici cose che da sempre e spontaneamente divertono i bimbi così piccoli...basta osservare e provare...partendo da tali presupposti con il tempo ho inventato una serie di giochi che fanno parte del metodo di lavoro Baby Games, molto semplice e colorato....l'unico problema è stato quello di pensare a cosa usare per realizzare questi giochi..occorreva materiale sicuro, facilmente lavabile e trasportabile, pratico, economico....con il tempo la batteria si è completata e migliorata: le palle che usiamo sono allegre, sicure e di materiale differente...la cesta è piegabile e leggera e si apre con un semplice click..la torre si fa con dei cubi di plastica o stoffa che si incastrano uno nell'altro...ci sono poi dei barattoli che servono per coprire le palle stesse...palloncini tondi resistenti e dal prezzo conveniente da far danzare in aria...pastelli a cera e fogli A3 da fissare sul pavimento con del nastro adesivo...tante buone idee che sono cresciute e hanno guadagnato in affidabilità e organizzazione...
Tutto ciò, in un crescendo di suoni, colori e suggestioni tattili fa sgranare gli occhi al bambino che non sa più dove e cosa guardare...ed è proprio questo che mi interessa...lasciare una bella traccia nel suo vissuto...auguri a chi crede e anche a tutti gli altri.

m

2 commenti:

Alessandra ha detto...

le cose semplici sono quelle che fanno più bene al cuore, questo modo di giocare con i bambini mi convince proprio. Osserverò com maggiore attenzione i miei nipotini!

Anonimo ha detto...

per me è sempre stato difficile giocare con questa fascia di età, mi hai dato delle buone idee,grazie.
clown zucchina